Funzione degli elementi di gravidanza

Ferro: è un costituente fondamentale dell'emoglobina, la sostanza presente nei globuli rossi, che veicola l'ossigeno. Esso si trova nei cibi in piccole quantità, per cui è frequente che in gravidanza si verifichi una carenza. Il deficit di questo minerale causa anemia microcitica, cioè con globuli rossi piccoli. Il ferro è contenuto in quantità apprezzabile nella carne, nel rosso d'uovo, nei legumi, nei cereali non raffinati e nei vegetali a foglie verdi. In alcuni casi, anche con una corretta assunzione di questi alimenti, si ha una carenza di ferro, per cui si rende necessario un'integrazione farmacologica.
Vitamina A: è essenziale per la crescita e lo svilupo di denti, membrane e ossa. E' contenuta nel pesce, carne, uova, latte intero e burro.
Vitamina C: è essenziale per un corretto funzionamento del sistema immunitario, per l'assorbimento di Ferro. E' contenuta nella frutta e nella verdura, soprattutto agrumi, ribes neri, fragole, pomodori, patate, peperoni.
Vitamina K: è essenziale per regolare i meccanismi di coagulazione e prevenire il rischio di emorragia. È contenuta negli spinaci, cavolini di Bruxelles, broccoli e cavolfiori.

Calcio: è costituente essenziale delle ossa e dei denti. Se la sua assunzione è ridotta, viene prelevato dall'osso con conseguente demineralizzazione. Un'alimentazione povera di calcio durante l'infanzia, l'adolescenza e la gravidanza favorisce l'insorgenza di osteoporosi nella vecchiaia. Il fabbisogno giornaliero di calcio nella donna è di 800 mg, ma durante la gravidanza e l'allattamento aumenta di 400 mg.
Esso è contenuto soprattutto nel latte e nei latticini, ma per assumere 1,2 gr di calcio è necessario bere 1 litro di latte al giorno e/o quantità equivalenti di yogurt o formaggi. Perciò si intuisce come molte persone non arrivino con la normale alimentazione a questa quantità. Il medico deve informarsi sulle abitudini alimentari della donna gravida ed eventualmente consiglierà preparati contenenti una dose adeguata di calcio. Non è possibile con gli esami del sangue evidenziare se vi è uno scarso apporto dietetico di calcio.

Fluoro: previene la carie dentaria della madre e aiuta la formazione dei denti nell'embrione.
Magnesio e Potassio : regolano le funzioni del sistema nervoso centrale, l'attività del cuore e dei muscoli. La loro assunzione è utile per prevenire i crampi muscolari notturni, le contrazioni uterine e per ridurre il rischio di gestosi.
Acido Folico (o vitamina B9): è contenuto in piccola quantità in numerosi alimenti, soprattutto vegetali a foglie verdi. In gravidanza il fabbisogno raddoppia, passando da 400 a 800 microgrammi al giorno. La carenza di questa vitamina può causare anemia megaloblastica, cioè con globuli rossi grandi. E' stato dimostrato, inoltre, che una scarsa introduzione aumenta il rischio dei difetti di chiusura del tubo neurale (spina bifida, anencefalia, meningocele), di iposviluppo fetale e di parto prematuro. Da alcuni anni perciò si raccomanda un'integrazione di acido folico nel periodo preconcezionale e nei primi mesi di gravidanza. Le principali fonti alimentari di vitamina B9 sono fegato, fagioli, cetrioli, verdure, agrumi, latte e latticini, frattaglie, cereali integrali.

 

Prenota la tua visita gratuita presso:
Ad Ottobre in occasione del Mese della Prevenzione Dentale, gli aderenti ANDI, offrono una visita di controllo Gratuita.
Prenota la tua visita presso: Dott.ssa Edge Iolanda Elena Dentista